Sea Adventure A.S.D. Associazione gommonautica sportiva dilettantistica
affiliata al C.S.I. (Centro Sportivo Italiano)

"Venezia-Trieste-Venezia 2018"

E' finita... Per chi l'ha vissuta dal vivo è stata un'avventura esaltante, in grado di trascinare anche due vecchietti o, come dice il Piero, diversamente giovani come me e L'Umberto... Ad insindacabile giudizio di una giuria altamente qualificata (io) queste sono le immagini che hanno segnato quest'edizione della Ve-Ts 2018... Laurea ad honorem al Gruppo Gommonauti del Prosecco per aver portato l'ecologia del traino stradale a livelli mai visti... Purtroppo il medesimo equipaggio si è distinto anche per i consumi disumani palesati dal miracoloso Johnson 521 ma, soprattutto, dal consumo di Prosecco ingoiato dall'equipaggio original, Gianni, Arno e Ciccio in grado già da soli di prosciugare una cantina, a cui, per vincere facile si è aggiunto anche Fabio, transfuga proveniente dall'Anaconda di Como...

Il massimo del settore old style, ma old, old, old, ovvero l'amico Michele Destro con il suo Carniti che non ha perso un sol colpo dando la biada a propulsori ben più giovani... Cosa dire se non che questo è il futuro, e dinnanzi ad un futuro con due occhi così, bisogna solo inchinarsi senza dir altro anche perchè lui giocava a rugby e...

Impossibile non notarli, poiché tra fontane e musica a palla hanno rotto i maroni un po' a tutti, ma come rinunciare alla goliardia e alla simpatia di uno come il Bistecca, quindi, vincitori a pieno diritto del premio Casinisti 2018 … Il premio “Sfiga 2018” va invece all'amico Max Fassina che, causa trauma da urto, ha riportato qualche ferita al viso... Di contro, è così bello al naturale che il risultato suona un mò di piccola vendetta da parte di noi bruttini...

La coppia prima arrivata in quel di Fusina che annovera il pluri campione di motonautica Giovanni Micheli con Massimo Donghi, e a tutti verrebbe di pensare che siano davvero due duri, e poi ti accorgi che senza l'orsetto non riescono ad addormentarsi...

E cosa dire dei Proseccaioli, come ti avvicinavi a riva loro erano già lì ad aspettarci con quintalate di prelibatezze e, soprattutto, prosecco a volontà... Se non ci fossero li dovremmo inventare, pazzeschi e meravigliosi tutti...

Onore al merito ai 7 equipaggi che sono arrivati a Trieste tenendo così fede all'impegno con il club triestino... Un BRAVISSIMI agli organizzatori per essere riusciti a far girare al meglio 26 gommoni con 26 motori di cui una parte ha dovuto ricorrere a riparazioni volanti o, addirittura, essere sostituiti...

Un sentitissimo GRAZIE agli splendidi frati che, supportati da giovanotti/e di età non quantificabile, ci hanno pure viziati nonostante tutta la caciara che una compagnia di sbullonati come noi è riuscita a produrre...

Siamo così giunti ai gran finale e, se mi permettete, dedico una foto al più bello e risparmioso, l'Honda BF 20 nella splendida livrea cromatica della Repsol, modello unico realizzato proprio per la Ve-Ts, che ci ha fatto solcare le acque per 65 miglia consumando appena 13.7 litri, come a dire 4.75 miglia/lt...

Un Grazie anche agli “scopatori”, al secolo il Gatto e la Volpe, ovvero Renzo (Tasin) e Paolo (Marchiori), che in tanti anni non mi è mai stato dato di sapere chi sia l'uno e chi l'altro, in quest'occasione coadiuvati dal Papero (Roberto Tronchin) che finalmente è tornato a solcare le acque della Ve-Ts... E non si poteva concludere senza citare la Miboat, l'unica barca ammessa alla manifestazione, al comando di Paolo (Mi) Marigo che, a parte qualche veniale errore di rotta, si è distinto per la simpatia e per non aver fatto un cazzo, come d'altronde la sua carica di Presidente del Fagnentificio richiedeva...

Tutta la ciurma riunita all'interno del Santuario di Barbana, quasi a chiedere la protezione del cielo perlomeno sino alla prossima edizione... Un immenso Grazie a tutti per averci sopportato... Giovanni e Umberto...

 

home news avventura diario di bordo partner storia